CARBONE VEGETALE

 

pizza carbone vegetale

Il pane , la pizza  e i cornetti al carbone vegetale sono diventati un “food trend”, cioè di moda.

Il carbone vegetale si ottiene dalla combustione di legni , come betulla, salice, pioppo che avviene a temperatura molto elevata (500/600 gr) in atmosfera povera di  ossigeno e si ottiene una farina finissima ed è porosa, inodore ed insapore.

In alternativa al carbone vegetale, c’è un additivo alimentare, il colorante  E 153( chiamato anche carbone vegetale) molto usato in panificazione e pasticcerie, il suo utilizzo è autorizzato nei paesi dell’unione Europea, mentre in America  ne viene vietato l’uso alimentare a causa della sua potenzialità cancerogena.

Il carbone  vegetale è indicato  per alcune patologie che interessano l’apparato gastro intestinale, aiutando l’eliminazione del gonfiore addominale, del meteorismo e l’acidità, però è indicato che prima di assumerlo, si interpelli il proprio medico di fiducia che consiglierà   l’uso e le dosi.

Le quantità che studi scientifici indicano è di c.a. 1 gr 30 minuti prima dei pasti e di 1 gr appena terminato il pasto, diversamente con un uso non opportuno, il carbone vegetale, potrebbe arrecare seri problemi all’apparato intestinale, con nausea e diarrea.

 

Scopri  la farina giusta  per fare un impasto  leggero e digeribile su www.pizzaioloonline.it

 

ALTRI TIPI DI FARINE INTEGRALE.

farine

Usare la farina integrale, vuol dire aver scelto di vivere sano.

La farina integrale  conserva tutti  i suoi nutrimenti, conserva interamente la crusca ricca di fibre e anche il germe, che nella  farina 00 sono assenti.

Oltre alla farina di frumento integrale, esistono svariati altri tipi di farine, fra le più conosciute sono:

la farina integrale di Kamut ,che tral ‘altro contiene antiossidanti e tanto selenio;

la farina integrale di Segale, che ha tante fibre e Sali minerali;

la farina integrale di Farro ,che apporta all’organismo una buona quantità di magnesio ,che stimola sia il sistema nervoso  sia quello muscolare;

la farina integrale di Avena  che ha tante proteine  e apporta i grassi “buoni”;

la farina di Mais, ricca di Sali minerali, come potassio, ferro, fosforo, non contiene glutine ed è povera di proteine.

Sono farine che  possono essere usate in cucina, per realizzare sia pane, dolci e pizza.

Usare la farina di grano tenero 00,quella più diffusa, non è salutare per il nostro organismo, perché è povera di  fibre e quindi gli amidi “zuccheri” , si assimilano facilmente e di conseguenza c’è un pericolo di un aumento di glicemia e dell’insulina e con il tempo si corre il rischio di incappare in patologie come malattie cardiovascolari e obesità.

 

Scopri su www.Pizzaioloonline.it , quale è la farina ideale per realizzare una pizza ottima e salutare.