Lettera aperta al Presidente del Consiglio Matteo Renzi

ILL.MO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO MATTEO RENZI

OGGETTO:RICONOSCIMENTO GIURIDICO DELLA PROFESSIONE “PIZZAIOLO”

Pregiatissimo Presidente,

pur consapevole dell’oberosa attività che in questo momento grava sul Suo operoso Ufficio, scrivo a nome e per conto del COMITATO ITALIANO PIZZAIOLI che rappresento, per porre alla Sua cortese attenzione, la concretizzazione dell’ atto che finalmente ridonerebbe dignità e identità ai “PIZZAIOLI” e al prodotto della loro arte, apprezzato oggi più che mai nel Mondo, la PIZZA.

Già gli onorevoli Presidenti che l’hanno preceduto hanno ricevuto questa legittima richiesta, infatti la nostra prima missiva risale al 28 marzo 2004, per ora abbiamo solo ottenuto una risposta dall’allora Sottosegretario di Stato Enrico Letta e un disegno di legge.

Disegno di legge presentato e depositato a Luglio 2007, dall’Illustrissimo Senatore Giovanni Legnini, di cui mi pregio allegare copia, nella speranza che possa sostenere e facilitare codesta Istituzione a prevedere lo strumento legislativo idoneo al riconoscimento giuridico della nostra professione, in tempi ragionevolmente brevi.

I Pizzaioli d’Italia e del Mondo, che come e me , devono tutto alla PIZZA, confidano che la guida di questo operoso Governo accolga, prima di altri, l’accorato appello che si leva, ormai da anni, dal profondo delle coscienze di chi rispetta il proprio lavoro, e vuol essere istituzionalmente riconosciuto per onorare chi ci onora, e poter così legittimamente porre termine alle continue polemiche che infangano la Pizza e i veri professionisti che la preparano.

Il mondo è ormai pieno di “pizzaioli praticoni” che inquinano mortalmente questa onorata professione, sia consapevole Presidente che solo con questo atto salveremo noi stessi e i nostri figli da pessime digestioni e cattiva alimentazione, che la scienza spesso porta ad esempio per le pericolose conseguenze che può nel tempo causare.

Nella speranza di aver presto riscontro e veder accolta la nostra legittima richiesta, colgo l’occasione e con me tutti i PIZZAIOLI, di porgere alla S.V.I. affettuosi cordiali saluti e auguri.

COMITATO ITALIANO PIZZAIOLI